Caro diario

Il mio nome è mai più

Data:

martedì, 29 marzo 2022

Argomenti
36.jpg

Martedì 22 marzo 2022

Caro diario,
oggi ho tanto da raccontarti, infatti tutti gli alunni dell’Istituto Nascimbeni di Sanguinetto sono andati a
fare una marcia per la pace per protestare contro la guerra tra Russia e Ucraina.
Ci siamo andati ognuno con la propria classe; c’erano i bimbi dell’infanzia, della primaria e della
secondaria. Eravamo tutti in piazza Nascimbeni. Inizialmente ci ha parlato il sindaco, riguardo alla paura
che ha adesso la gente, poi i bambini di quinta ci hanno raccontato una storia, ovviamente sempre
inerente alla guerra. Dopodiché la 2^A ha realizzato una scenetta con la prof.ssa Trevenzoli, in cui
discutevano su cosa possiamo fare noi, anche se piccoli, per parlare di pace; mi è piaciuta davvero molto!
Noi avevamo portato dei grandi cartelloni che avevamo fatto nell’ora di arte con la scritta “PACE”, mentre
elementari e asilo avevano delle bandierine colorate dei colori della pace.
Abbiamo, poi, cantato una canzone intitolata “Il mio nome è mai più” tutti insieme. C’erano lì presenti
anche alcuni profughi ucraini, sembravano felicissimi di vederci manifestare per la pace nel loro Paese.
Saranno stati una quindicina, tra cui anche bambini.
I bambini dell’infanzia hanno recitato tutti insieme in coro una poesia sulla pace e in fianco a me ce n’era
uno, probabilmente del primo anno, che ogni tanto diceva: «Viva la pace!», mi faceva molta tenerezza.
Infine, un bambino ucraino (avrà avuto sei-sette anni) avrebbe dovuto recitare una poesia, ovviamente
nella sua lingua, dopo aver detto le prime due parole però è scoppiato a piangere ed è andato ad
abbracciare la sua mamma. A vedere quella scena mi è scesa una lacrima, ma come ha detto la
professoressa, anche solo dalle emozioni abbiamo capito cosa volesse dirci.
Oh caro diario, perché le persone grandi non si rendono conto cosa veramente passa la gente con la
guerra...
 
#STOP GUERRA
 
Dalla tua Rachele